Rispettare di più l'ambiente con la cremazione | Onoranze Funebri 24

Rispettare di più l'ambiente con la cremazione

28-05-2018 17:33

La tematica ambientale è di grande attualità, in particolar modo in un periodo storico in cui i vari Enti governativi cercano di sensibilizzare quanto più possibile l'opinione pubblica nel rispetto del clima e dell'ambiente.
La questione si è estesa anche all'ambito operativo delle agenzie funebri, altri concorrenti europei stanno abbozzando delle possibile linee guida alternative per poter ridurre al minimo l'impatto con l'ambiente causato dalla cremazione del defunto. Il dibattito circa le possibili soluzioni alternative ad oggi è più che mai aperto: l'azienda britannica Resomation ha formulato una proposta concreta che consiste nella tumulazione del defunto basata su di un processo idrico, una reazione alcalina che consente la dissoluzione del corpo in liquido e cenere.
Vibranti le proteste della Water UK, la società idrica operante nella Regione, la quale sostiene che l'idea di immettere nel sistema idrico locale i residui generati dal macchinario di Resomation, potrebbe non piacere ai residenti ed ai consumatori; l'industria funeraria britannica insiste sul fatto che il rilascio delle ceneri è totalmente sicuro nel sistema idrico e libero da qualsiasi traccia di DNA.
Al momento la questione è in fase di valutazione, non sempre un'alternativa valida può incontrare la piena accettazione della pubblica opinione.
Il dibattito prosegue.