Livorno, un caro ultimo viaggio: aumenta la tassa sulle sepolture per non residenti | Onoranze Funebri 24

Livorno, un caro ultimo viaggio: aumenta la tassa sulle sepolture per non residenti

04-05-2018 22:13

Un riposo eterno che rischia di essere sempre più turbolento. Il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, in quota M5S, ha infatti stabilito un sostanzioso aumento dei diritti di ingresso di salme e resti dei defunti provenienti da altri comuni, per la sepoltura nel cimitero cittadino dei Lupi. I familiari di un qualsiasi defunto con residenza al di fuori del comune di Livorno dovranno dunque versare al Palazzo Comunale rispettivamente 100 euro per i diritti di ingresso della salma (contro i precedenti 15) o 80 euro per i resti mortali (al contrario dei 10 previsti finora). Con questa decisione l'amministrazione comunale stima un aumento del gettito dagli attuali 120mila euro fino a 300mila, nonostante il rischio di un calo di richieste in virtù proprio del suddetto aumento di tassazione. Non è la prima volta che il sindaco Nogarin punta i riflettori sulla gestione delle sepolture. Già nella seconda metà dello scorso anno l'agguerrito primo cittadino livornese era stato infatti protagonista di un braccio di ferro contro la storica SoCrem, ente senza scopo di lucro proprietario dei forni cimiteriali livornesi, a causa di una presunta scarsa trasparenza da parte dell'azienda stessa su bilanci e procedure. Nonostante la disponibilità dei vertici a chiarire la propria posizione, il sindaco Nogarin si era dichiarato anche pronto a indire una nuova gara d'appalto per i servizi funerari.