Cosa significa quota disponibile del proprio patrimonio? | Onoranze Funebri 24

Cosa significa quota disponibile del proprio patrimonio?

20-06-2018 20:38

La legge pone un limite alla facoltà di disporre dei propri diritti riservando ai parenti più prossimi una quota di eredità. Questi soggetti detti "legittimari" sono: il coniuge, figli legittimi, figli naturali, adottivi, e ascendenti legittimi, ai quali la legge riserva una quota di eredità (art. 536 c.c.) anche contro la volontà del defunto (cosiddetta quota riservata).
Il legislatore ha previsto che in presenza dei parenti innanzi indicati la quota di beni di cui il soggetto possa disporre in vita sia limitata (cosiddetta quota disponibile). Si riporta per comodità di utilizzo una tabella schematica riassuntiva, nella quale sono indicate le varie ipotesi di presenza e concorrenza di soggetti legittimari, e dove sono evidenziati i rapporti tra quota riservata e disponibile, nella casistica verificabile in concreto.
Tabella quota riservata/disponibile – Diritto di abitazione al coniuge superstite

Solo coniuge
1/2 al coniuge (riservata)
1/2 disponibile

Coniuge e un figlio
1/3 al coniuge (riservata)
1/3 al figlio (riservata)
1/3 disponibile

Coniuge con più di un figlio
½ ai figli (riservata)
¼ al coniuge (riservata
¼ disponibile

Solo un figlio
(no coniuge)
1/2 al coniuge (riservata)
1/2 disponibile

Due o più figli
(no coniuge)
2/3 ai figli (riservata)
1/3 disponibile

Ascendenti legittimi
(no coniuge)
1/3 ascendenti (riservata)
2/3 disponibile

Coniuge +
Ascendenti legittimi
½ coniuge
¼ ascendenti (riservata)
¼ disponibile

Articolo realizzato da Studio Marchetta
www.studiomarchetta.it